Claudia De Lorenzo si dedica al teatro e alle danze etniche dal 1980, portando avanti una ricerca espressiva volta all’incontro fra le culture, fra Oriente e Occidente, fra il Nord e il Sud del mondo.

Come danzatrice inizia nell’80 con Danze Popolari Internazionali (nell’87 partecipa alla fondazione del gruppo di danzatori Il ballatoio con cui si esibisce in varie città d’Italia).
Nell’84 incontra il Flamenco, cui si dedica con la guida di molti maestri, fra cui Franca Roberto, Maite Piqueras, Charo Espino, Brigitta Luisa, Inma Perez, Elena Vicini, Juan Ortega, Javier Baron, Belen Maya, Maria Del Mar Moreno (….). Arricchisce il suo studio con il patrimonio di danze, canti e percussioni di tanti angoli del mondo, dall’Africa nera (nel ’96 è fra i fondatori del gruppo Tubabu) al Maghreb, dal Rajasthan al Giappone.

Dall’89 al ‘91 è bailaora solista nel gruppo di Juan Carmona, collaborando nel contempo e in seguito con numerose altre formazioni. Nel ’92 è fra le fondatrici della Peña Flamenca di Milano, il primo organismo nato in Italia per la diffusione della cultura, della musica e della danza Flamenca, all’interno del quale è organizzatrice e bailaora ne “El Cuadro de la Peña Flamenca”, a fianco di moltissimi grandi artisti.

Ha una vasta esperienza pedagogica, sia in campo teatrale che nella danza; insegna Flamenco dall’87 (Milano, Brescia, Bologna, Cremona, Genova, Lodi, Novara, Parma.